octotech solutions

Da oltre 6 anni Octotech Solutions aiuta le aziende a raggiungere i propri obiettivi finanziari e di branding.

Come contattarci
Marketing

Marketing origini e sviluppi recenti

origini marketing ad oggi

In che modo siamo arrivati a definire il marketing come “l’arte di individuare, creare e fornire valore”? Spesso ci soffermiamo sul presente e su come le strategie di marketing possano fidelizzare il cliente o trovarne di nuovi.
È bene, però, guardare anche al passato, per capire la vera storia del marketing e i professionisti che ci hanno permesso di giovare dei suoi benefici.
Eco perché oggi prenderemo la macchina del tempo. Impostandola sul bottone “marketing origini”, visiteremo i luoghi che hanno fatto la storia del marketing. Vivremo insieme tutte le tappe fondamentali e conoscerai tecniche ormai datate, ma considerate basilari per lo sviluppo di quelle attuali.
Sei pronto? Allora partiamo per la nostra avventura!

Marketing origini

marketing origini

Negli anni il marketing ha subito una rapida evoluzione, che ha segnato la concezione stessa del marketing come ambito di ricerca. Tale tendenza è rintracciabile nelle diverse definizioni che l’American Marketing Association, l’organismo più autorevole nella ricerca di marketing al mondo, ha coniato a partire dagli anni 1980.

Alla domanda “marketing quando nasce?” non tutti rispondono allo stesso modo.
Ci sono pareri contrastanti. C’è chi afferma che sia sorto negli Stati Uniti, intorno ai primi del ‘900.
Altre teorie, invece, fanno supporre che le sue origini siano molto più lontane.
In particolare, che affondi le radici nella Tokyo del XVII secolo, quando un mercante decise di sistemare il suo magazzino con dei criteri davvero innovativi per l’epoca. Bisogna dire che questa organizzazione ha molte similitudini con le attuali tecniche di marketing applicate dalle aziende.
Ad esempio, nell’esporre la merce nell’emporio prendeva in considerazione le esigenze dei suoi clienti col fine di aumentare le vendite.

Molti, però, sono d’accordo che la vera origine del marketing, così come lo intendiamo oggi, risalgano al decennio compreso tra il 1910 e il 1920. Sono – infatti – anni importanti, anni in cui cominciano a nascere le prime istituzioni di settore. Dobbiamo, però, precisare che la strada per arrivare alle tecniche di marketing moderne è ancora lunga.

Marketing quando nasce

Se vogliamo affrontare la questione “nascita del marketing” siamo obbligati a citare alcune figure che hanno permesso la sua evoluzione davvero possibile.
E il bello è che per raccontare il principio di tutto dobbiamo rimanere in Italia. È stato proprio l’economista lombardo Giancarlo Pallavicini ad ideare – nel 1959 – i primi strumenti di analisi utilizzati nel marketing moderno. Non è finita. È stato anche tra i primi a definire dei metodi per compiere ricerche di mercato standardizzate.

Secondo l’economista italiano il marketing doveva essere inteso come:

quel processo sociale e manageriale diretto a soddisfare i bisogni ed esigenze attraverso processi di creazione e scambio di prodotti e valori.

Giancarlo Pallavicini

Il suo lavoro viene ripreso dal guru del management Philip Kotler, che riesce a stravolgere il concetto di marketing e ad avviare una trasformazione radicale di tale settore.

Nascita del marketing moderno: scopriamo i macro-fattori

Per conosce davvero la storia del marketing bisogna comprendere il perché della sua evoluzione e diffusione. Indubbiamente, l’America è stato uno dei Paesi che, più di tutti, ha incentivato lo sviluppo di tecniche di vendita innovative.

Intorno agli anni ’60, con il progresso tecnologico, comincia a crearsi un’associazione precisa tra marketing e distribuzione di beni e servizi, dall’azienda al cliente finale.
Col passare del tempo la storia del marketing cambia e muta anche il significato di questa parola. Il termine MARKETING acquista una connotazione più generica. È qualcosa che riguarda la distribuzione, così anche alla comunicazione, l’analisi e la ricerca.  

Ma come si è passati dalla nascita del marketing alla contemporaneità? Cosa c’è stato in mezzo? Quali sono i motivi e le cause che hanno reso possibile questo cambiamento?
Possiamo rintracciare tre macro fattori. Cioè:

  1. ruolo del consumatore sempre più centrale;
  2. innovazione tecnologica;
  3. aumento della concorrenza, anche fuori dai confini nazionali.

Marketing origini e sviluppi

Ora è il momento di raccontarti le fasi salienti dalla nascita del marketing. Vivremo insieme i momenti che hanno portato a rendere realtà uno dei pensieri cardine di Philip Kotler, ossia:

il compito del marketing è quello di indurre tutti i membri dell’azienda a “orientarsi al cliente” e a mantenere la promessa del marchio.

Philip Kotler

1915 – Nascita del National Association of Teachers of Advertising

In questo anno viene istituita, in America, la prima scuola dedicata al marketing. Qui docenti e accademici cominciano a sviluppare le prime teorie del marketing.
La National Association of Teachers of Advertising, però, è ancora molto teorica e poco applicativa. Non è un caso che la maggior parte delle aziende preferisce affidarsi all’esperienza e alla volontà dell’imprenditore piuttosto che a dei concetti astratti.

Gli anni della Grande depressione e della rivoluzione del mercato

Il 1929 è rimasto nella storia come il famoso mercoledì nero, l’anno del crollo della borsa di Wall Street Si tratta dell’evento che segna l’inizio della Grande Depressione, ma anche un nuovo modo di pensare al marketing.
Si comincia – difatti – a inserire nel commercio tematiche importanti come l’etica e la sostenibilità. Iniziano ad attuarsi le prime ricerche di mercato con l’obiettivo di imparare a conoscere davvero i clienti.

Nel 1930 nasce anche l’American Marketing Society, associazione in cui agli studiosi si affiancano manager, imprenditori e professionisti del campo.

1950 – Boom economico e sviluppo della storia del marketing

Parliamo degli anni del Dopoguerra, dove i mercati di tutto il mondo cominciano a riprendersi dopo la grande crisi. Insomma, ci troviamo in pieno boom economico!
La ripresa porta le aziende a dare sempre più importanza a una disciplina (il marketing… per l’appunto) che si occupa di organizzare e gestire al meglio tutte le attività, dalla produzione alla comunicazione con i clienti.
Questo sono anni centrali per la storia del marketing. Nasce il concetto di marketing verticale. Che cos’è? In pratica la strategia che si concentra sul marketing rivolto a un gruppo di clienti in un segmento di mercato ristretto.

Nonostante ci troviamo ancora in un stadio quasi paleolitico del marketing, possiamo già trovare alcune elementi essenziali allo sviluppo del marketing moderno. Insomma, si stanno muovendo i primi passi verso l’analisi dei bisogni del cliente.

Origini marketing 4.0

storia del marketing 4.0

Il mondo del marketing ha tutto un suo glossario specifico, diciamo pure… tecnico.
Molto probabilmente avrai sentito parlare anche di marketing 4.0. Che cos’è? Semplicemente un altro modo di chiamare il marketing moderno, quello digitale.
Nei paragrafi successivi, tratteremo la storia del marketing proprio dal punto di vista di questa nomenclatura alternativa e decisamente più attuale.

Marketing 1.0: funzionale e unidirezionale

Nel marketing delle origini tutte le strategie di marketing si riferiscono al prodotto e al servizio offerto.
In sostanza, il cliente non ha nessuna individualità. Ci si limita ad inserirlo nella massa di persone anonime potenzialmente interessate all’acquisto.
In questa fase della storia del marketing la pubblicità è unidirezionale e il cliente “subisce” tutte le comunicazioni. L’attenzione viene posta – solo ed esclusivamente – su strategie che mirano a massimizzare la produzione e a ridurre i costi. Le offerte commerciali non si basano sulla relazione coi consumatori, ma sul prezzo finale.

Marketing 2.0 e nascita marketing moderno: più spazio alle emozioni

Per la storia del marketing questo momento è molto importante. Perché si comincia a porre maggiore attenzione ai bisogni del cliente. Ma per quale motivo?
Tutto è da ricollegarsi all’aumento della competitività e all’avvento del mercato globale. Insomma il consumatore inizia ad avere maggiore scelta. Di conseguenza diventa sempre più consapevole e informato, assumendo un ruolo di potere (finora inaspettato) rispetto alle aziende.

Quindi le strategie di comunicazione sono costrette a cambiare adattandosi alle nuove richieste. Diventano più interattive e danno spazio alle emozioni e ai valori condivisi dal pubblico.

Marketing 3.0: fiducia nel brand

Ora il marketing è totalmente inserito in un mercato globalizzato e il consumatore ha ormai raggiunto il ruolo di protagonista assoluto. Senza contare le trasformazioni tecnologiche ancora in corso. Sono cambiamenti drastici, che rivoluzionano il modo in cui i clienti si confrontano e reperiscono le informazioni, parlano fra loro e fanno acquisti.
Iniziano a scrivere e a leggere recensioni, a comunicare con consumatori di tutto il mondo. Comincia – quindi – a svilupparsi il concetto di brand e di relazione tra azienda e cliente.
Le emozioni diventano il centro di molte strategie di marketing. Le aziende puntano sullo storytelling: condividono la propria storia, i valori e la mission ai propri clienti per ottenere la loro fiducia.

Marketing 4.0: nascita marketing moderno

Siamo arrivati al termine della nostra breve storia del marketing.
Almeno per adesso! Come avrai capito è una materia che continuerà a modificarsi – e ad assumere nuove forse – simultaneamente ai cambiamenti della società (si parla già di marketing 5.0).
Ma torniamo al marketing 4.0. Si differenzia da quanto lo ha preceduto, soprattutto, per l’omnicanalità delle strategie, che vengono pianificate principalmente in Rete.
Lo sviluppo tecnologico ha creato una fusione tra online e offline, creando delle vere e proprie realtà parallele. L’obiettivo di molte strategie è coinvolgere il cliente e cercando di soddisfare uno specifico bisogno o di suscitare un’emozione positiva. Le comunicazioni tra azienda e consumatori sono bidirezionali e il parere dell’utente svolge un ruolo fondamentale per la brand reputation.

Nascita marketing: conclusioni

Siamo arrivati al termine del nostro viaggio sulla storia del marketing. Speriamo che questa avventura indietro ti abbia permesso di comprendere la strada fatta dalle aziende e dagli studiosi della materia.
Vuoi sapere di più sull’argomento marketing origini? Puoi sempre leggere un buon libro. Ad esempio: Marketing 4.0: dal tradizionale al digitale di Philip Kotler o Questo è il marketing di Seth Godin.
E poi ci siamo noi di Octotech Solutions. Contattaci! Risponderemo ad ogni tua curiosità.

Author

Enrica

Ciao a tutti, sono Enrica (con la enne mi raccomando)! Da quasi 27 anni passo il mio tempo a correggere le persone che sbagliano il mio nome. Con una laurea in comunicazione e marketing ho trasformato le mie passioni in lavoro! Amo scrivere contenuti di ogni genere, l’importante che siano interessanti e utili per i miei lettori. Il mio mantra nella vita è “non annoiarsi mai”. Amo mettermi alla prova ogni giorno con nuove avventure e sfide per arricchirmi professionalmente… e non solo! Nel tempo libero, infatti, mi piace provare nuovi sport e viaggiare verso Paesi poco conosciuti.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *