octotech solutions

Da oltre 6 anni Octotech Solutions aiuta le aziende a raggiungere i propri obiettivi finanziari e di branding.

Come contattarci
Marketing

Marketing strategico: in cosa consiste e come sfruttarlo al meglio

marketing strategico

Non esiste business senza marketing strategico! Indipendente dall’azienda che vuoi fondare hai bisogno di una strategia da seguire con costanza. Oggi ti aiuteremo a scoprire come porre basi solide per creare un business duraturo nel tempo. Ti anticipiamo che, per vedere i frutti, hai bisogno di risorse, competenze e tempo.

Cos’è il marketing strategico?

cos'è marketing strategico

Pronto a scoprire come sfruttare le potenzialità di un piano marketing strategico? Allora partiamo dalle basi, ossia dal suo significato. Vediamo cosa ci dice la Rete a riguardo.

Questo primo aspetto del processo di marketing riguarda anzitutto l’individuazione, all’interno del mercato di riferimento, dei prodotti-mercato e dei segmenti già esistenti o potenziali. Di questi il marketing strategico misura l’attrattività in termini quantitativi, qualitativi (con riferimento all’accessibilità al mercato) e dinamici (con riferimento alla durata economica che è rappresentata dal ciclo di vita del prodotto).

Wikipedia

Possiamo, quindi, affermare che il marketing strategico è un processo col quale l’impresa definisce la strategia più adatta per raggiungere gli obiettivi prefissati nel medio-lungo termine. In particolare, si tratta di una strategia competitiva. Cioè che va a sottolineare gli elementi distintivi dell’azienda e a valorizzarli rispetto ai principali competitor. Come in tutti i piani marketing che si rispetti, il consumatore e i suoi bisogni si trovano al centro di tutte le attività.

Differenze con il marketing operativo

Spesso il marketing strategico viene confuso con quello operativo. In realtà, sono due strategie che vanno di pari passo, ma sono diverse. Per semplificare, diciamo che le attività strategiche costituiscono la base delle attività operative.

In altre parole, il marketing strategico pone le linee guida per raggiungere un determinato obiettivo. Mentre quello operativo trasforma la teoria in pratica. La prima differenza, quindi, si trova nella tangibilità delle attività che caratterizzano il marketing operativo.

Un altro elemento distintivo è la temporalità, cioè quando vengono messe in atto. Come avrai capito le attività che riguardano il marketing strategico sono precedenti e si occupano di analizzare la situazione iniziale di un’azienda e il mercato di riferimento. Il marketing operativo è necessariamente consequenziale.

Per ottenere vantaggi evidenti per i tuoi affari devi essere in grado di unire queste due strategie. Al termine delle attività operative, infatti, ricominciano quelle strategiche e così via. In pratica si crea un ciclo in cui si vanno ad analizzare le attività svolte e a compiere delle eventuali correzioni.  

A cosa serve un piano marketing strategico?

Prima di analizzare gli step previsti dal marketing strategico cerchiamo di capire perché è fondamentale averne uno. In primis, bisogna avere chiaro nella mente qual l’obiettivo generico da raggiungere. Ossia creare delle linee guida per accrescere l’azienda nel tempo. Entrando più nel dettaglio possiamo dire che un piano marketing strategico serve a:

  • individuare il target di riferimento realmente interessato al tuo business, nel minor tempo possibile;
  • comprendere quali prodotti o servizi sono più adatti;
  • analizzare il mercato per differenziarsi dai competitor e posizionarsi nel miglior modo.

Vogliamo, però, fare una precisazione. Spesso le piccole aziende commettono l’errore di pensare che questa pianificazione per loro non sia necessaria. In realtà, il marketing strategico è una fase obbligatoria per tutte le aziende che vogliono avere successo.
Senza di essa si potrebbe correre il rischio di perdersi in attività superflue, incapaci di condurre agli obiettivi sperati. Lo sappiamo bene. Non si tratta di un lavoro semplice o economico. Ma non è un’opzione. Se pensi di non avere le giuste competenze ti consigliamo di acquisirle effettuando online ricerche del tipo “marketing strategico corso” o “come fare marketing strategico” e – quindi – proseguendo con le lezioni. Oppure di affidarti a un professionista.

Piano marketing strategico: 6 step da seguire

Per raggiungere gli obiettivi è necessario pianificare! Nella creazione del marketing strategico ci sono 6 step essenziali. Ti anticipiamo che per terminare ogni fase hai bisogno di tempo e di risorse. Ognuna di essa è centrale per costruire le fondamenta della tua azienda. Un tassello sbagliato potrebbe far crollare tutto il castello con un soffio. Dunque, attenzione.

Fase uno: crea le Buyer Personas

Non puoi realizzare nessuna attività se non conosci il tuo pubblico.
Per fare una pianificazione devi prima svolgere un’attenta analisi del target di riferimento e capire le persone a cui vuoi rivolgerti. L’obiettivo è riuscire a definire le Buyer Personas, ossia le persone ideali a cui proporre il tuo prodotto o servizio. Per caratterizzarle al meglio è fondamentale conoscere tutto di loro: l’età, il genere, dove lavorano, cosa fanno nel tempo libero, eccetera.
Si tratta di un passaggio importantissimo per definire come e dove comunicare a un preciso segmento di clienti. Per tutto ciò, hai bisogno di effettuare analisi sulle abitudini dei clienti e ottenere più dati possibili, anche sottoponendo sondaggi e questionari.

Se hai una piccola azienda non preoccuparti. Cerca di partire dalle persone che (ne sei certo) possono apprezzare la tua offerta.

Fase due: stabilisci gli obiettivi da raggiungere

Cosa vuoi ottenere con il piano marketing strategico? Ogni azienda ha degli obiettivi specifici, ma è tutti devono risultare:

  • realistici e raggiungibili = non puoi stabilire obiettivi troppo lontani dalle tue possibilità o che non hanno nessun presupposto per essere posti;
  • facilmente misurabili tramite delle metriche = ci riferiamo ai Key Performance Indicator (vendite medie, traffico del sito; numero conversioni; frequenza di rimbalzo, ecc.).
  • chiari e comprensibili = tutti i membri dell’azienda devono sapere di cosa si sta parlando; non ci sono spazi per i fraintendimenti.

Solo dopo aver studiato questi punti potrai scegliere – in che modo e su quali canali – intercettare i tuoi potenziali clienti.

Fase tre: analizza la concorrenza

strategia

È importante anche guardare a cosa succede fuori la tua azienda! Serve per capire qual è la situazione del mercato e quali sono gli attori in campo, come si muovono.

Come si procede? Innanzitutto devi analizzare i tuoi competitor, quali esigenze riescono a soddisfare con le loro offerte commerciali.
Quindi concentrati sulle caratteristiche dei clienti. Ci sono sono ancora degli “spazi non colmati”, cioè delle richieste che rimangono insoddisfatte?
Si tratta di un passaggio fondamentale per comprendere come entrare in un nuovo mercato.
Riassumiamo. Per studiare i tuoi rivali cerca di approfondire questi aspetti:

  • quali buyer personas hanno identificato;
  • se utilizzano dei canali online oppure offline;
  • che tipo di offerta propongono;
  • qual è la loro reputazione e se hanno problemi a rispondere ad esigenze specifiche degli utenti.

In questo modo potrai inserirti con un importante vantaggio competitivo.

Fase quattro: scopri come differenziarti

Perché i clienti dovrebbero preferirti ai competitor? È una domanda che devi farti se vuoi realizzare un piano marketing davvero strategico.
Per posizionarti adeguatamente sul mercato devi mettere in risalto i fattori che ti rendono unico e appetibile. Studia bene il tuo prodotto/servizio e punta tutto sul quel fattore differenziale.
Ricorda che deve risultare:

  • rilevante per il target di riferimento;
  • facile da percepire e desiderabile;
  • sostenibile nel tempo;
  • immediato

N.B.
Questo famoso “fattore differenziale” non rientra in categorie precise. Potrebbe riguardare le specifiche tecniche di un prodotto o la qualità di un servizio, come il customer service. Devi solo “guardarti dentro” e capire cosa hai di migliore rispetto agli altri.

Fase 5: Definisci la strategia di marketing adeguata

Una delle fasi finali riguarda la messa a punto del piano marketing.
Come avrai intuito, non è possibile arrivare qui senza aver dedicato tempo ai passaggi precedenti.
Ora si tratta di utilizzare le informazioni raccolte per scegliere delle azioni mirate su cui impostare la tua strategia operativa.
Focalizza l’attenzione sulle modalità della comunicazione e sulle questioni economiche. Bisogna capire quanto e quale budget investire su una determinata attività.

Fase 6: monitora le prestazioni

Per capire se le scelte relative al marketing strategico sono davvero efficaci ci vuole tempo. Hai bisogno che le varie attività del marketing operativo facciano il loro corso per raccogliere i frutti.
Parliamo, infatti, di un monitoraggio a medio-lungo termine. Quando sei in possesso di un numero significativo di dati puoi FINALMENTE iniziare le tue valutazioni ed agire di conseguenza.

Strumenti per il tuo piano marketing strategico

Grazie alla digitalizzazione creare un piano marketing strategico è diventato sicuramente più semplice. Non ci sono dubbi. In particolare, se si parla di analisi del mercato e del target di riferimento. Non risulta difficile né troppo impegnativo recuperare informazioni e dati utili. Online trovi tantissimi tool e molti di questi sono anche gratuiti.
Prosegui con la lettura: ti diamo subito qualche nome.

Audience Insights

Meta gestisce ogni giorno milioni di dati provenienti da ogni angolo del mondo. Visto l’enorme numero di utenti presenti nelle sue piattaforme, è in grado di fornire informazioni dettagliate su differenti tipologie di clienti. Ci riferiamo soprattutto ad Audience Insights di Facebook. È uno strumento estremamente interessante, perché può supportarti nella fase di segmentazione del pubblico e nella creazione delle buyer personas. Così sarai in grado di realizzare offerte commerciali mirate, basandoti su dati reali e attendibili.

Google Analytics e Keyword planner

Google è il re dei motori di ricerca e offre molti strumenti a supporto delle aziende. D’altronde sono tantissimi gli utenti che compiono ricerche online per soddisfare i propri bisogni.
Vuoi comprendere al meglio i loro comportamenti, abitudini ed esigenze? Allora ti suggeriamo di impiegare Google Keyword planner. Ti permetterà di conoscere le ricerche fatte online e il loro volume. Con Google Analytics – invece – puoi analizzare, in dettaglio, gli utenti presenti sul tuo sito web. Puoi raccogliere info sulle caratteristiche dei visitatori e sulle loro preferenze.

Sei pronto a definire il tuo piano marketing strategico?

La nostra guida sta per terminare Sappiamo bene che la definizione di una pianificazione strategica non è molto semplice. Ma i nostri consigli potranno aiutarti nel cominciare a muovere i primi passi nella realizzazione del tuo business.
Hai ancora qualche dubbio? Domande da fare sull’argomento? NO PROBLEM. Puoi sempre contattarci! Il nostro team di esperti ogni giorno supporta aziende, di ogni tipo, nella creazione di un attento e ponderato piano marketing strategico.

Author

Enrica

Ciao a tutti, sono Enrica (con la enne mi raccomando)! Da quasi 27 anni passo il mio tempo a correggere le persone che sbagliano il mio nome. Con una laurea in comunicazione e marketing ho trasformato le mie passioni in lavoro! Amo scrivere contenuti di ogni genere, l’importante che siano interessanti e utili per i miei lettori. Il mio mantra nella vita è “non annoiarsi mai”. Amo mettermi alla prova ogni giorno con nuove avventure e sfide per arricchirmi professionalmente… e non solo! Nel tempo libero, infatti, mi piace provare nuovi sport e viaggiare verso Paesi poco conosciuti.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *