octotech solutions

Da oltre 6 anni Octotech Solutions aiuta le aziende a raggiungere i propri obiettivi finanziari e di branding.

Come contattarci
SEO

SEO per principianti: 10 cose che devi sapere

basi seo

SEO per principianti è possibile? A differenza di quanto si possa pensare, per l’ottimizzazione SEO di una pagina, non serve conoscere complessi linguaggi di programmazione.
Bisogna, solo, rispettare le basi SEO, per far sì che il sito venga giudicato positivamente dai motori di ricerca e dagli utenti.
Oggi ti aiuteremo a capire come creare una strategia SEO efficace e quali strumenti utilizzare per essere mostrato nella SERP!

Leggi la guida completa sulla SEO!

SEO per principianti: parole da conoscere

basi seo

Prima di iniziare la nostra guida SEO per principianti vogliamo premetterti che la SEO è una cosa fondamentale per il tuo sito web. Non sono delle attività difficili da compiere, ma se non vengono eseguite correttamente potresti rischiare di non vedere nessun risultato.
Innanzitutto, devi comprendere che l’obiettivo della SEO è far giudicare positivamente il tuo sito dai motori di ricerca. Quest’ultimi ti premieranno dando maggiore visibilità al tuo sito.
La parola SEO, infatti, è l’acronimo di Search Engine Optimization, che in italiano possiamo tradurre semplicemente come ottimizzazione per i motori di ricerca.
Secondo Internet con questo termine si intendono:

tutte quelle attività volte a migliorare la scansione, l’indicizzazione ed il posizionamento di un’informazione o contenuto presente in un sito web, da parte dei crawler dei motori di ricerca al fine di migliorare (o mantenere) il posizionamento nella pagina dei risultati del motore di ricerca.

Wikipedia

Se vuoi intraprendere una SEO fai da te, però, ci sono altri termini che devi conoscere! Ad esempio, un altro acronimo che incontrerai spesso è SERP che sta per Search Engine Results Pages, in italiano pagina dei risultati di un motore di ricerca.
Lo scopo della tua strategia è apparire fra i primi risultati della SERP che sono i link maggiormente cliccati dagli utenti. Per riuscirci, però, non basta solo “piacere” ai motori di ricerca. Devi riuscire a prevedere le query dell’utente in target.
Spieghiamo come.

Come fare SEO fai da te? 4 elementi base

Nella nostra guida SEO per principianti abbiamo inserito vari aspetti utili per l’ottimizzazione del tuo sito. Qui di seguito trovi tutti quegli elementi che dovrai curare.

Le basi SEO: parole chiave

La keyword altro non è che la parola chiave con cui vuoi farti trovare dagli utenti online.
È bene scegliere una parola molto utilizzata e coerente con il contenuto del tuo sito.
Nelle basi SEO la scelta e l’utilizzo della parola chiave è uno degli elementi più importanti. Attenzione però… non sono mica tutte uguali. Esistono keyword:

  • commerciali o transazionali = sono esplicitamente dirette alla vendita;
  • informative = riguardano un argomento o la risoluzione di qualche problema (è anche la categoria di parole chiave più utilizzata in assoluto);
  • navigazionali o brandizzate = sono parole chiave usate da utenti che già conoscono il marchio ricercato (ti consigliamo di usarle solo se il tuo brand è già noto ai consumatori).

Un’altra differenza riguarda la lunghezza delle parole chiave. Vengono chiamate “secche” quando sono composte da massimo due parole e inquadrano subito l’argomento.
Si utilizza l’espressione “long tail“, ossia a coda lunga, quando sono caratterizzate da molte parole. Ti suggeriamo di impiegare quest’ultime solo con argomenti specifici oppure se ti stai rivolgendo a un mercato di nicchia.

basi seo

I meta tag

Nella SEO fai da te è indispensabile curare i meta tag. Non sono solo e semplicemente la prima cosa che guarda l’utente nella SERP. Parliamo anche di elementi che vengono analizzati molto attentamente dai crawler dei motori di ricerca. In particolare, scrivi sempre:

  1. Tag title: il titolo della tua pagina.
  2. Meta descrizione: una breve descrizione del contenuto della pagina.
  3. Tag heading: i titoli e i sottotitoli presenti nella pagina. Non vengono mostrati nella SERP, ma risultano fondamentali per la suddivisione del testo.

Ricorda: una delle basi SEO è che in ogni meta tag deve esserci la giusta parola chiave.

URL ottimizzato per SEO fai da te

Hai optato per la SEO fai da te? Bene, non dimenticare di rendere subito gli indirizzi SEO friendly.
Cosa significa? Semplice. Che tutte gli URL del tuo sito web devono far comprendere immediatamente il contenuto della pagina. Se stai utilizzando un sito WordPress puoi stare più tranquillo! Di solito viene creato automaticamente riprendendo il titolo della pagina. Anche in questo caso l’URL deve contenere al suo interno la parola chiave.

Cura le immagini

Ebbene sì, la SEO per principianti riguarda anche le immagini. Starai sicuramente pensando… ma a cosa serve l’ottimizzazione? A differenza degli utenti che visitano il tuo sito, i crawler dei motori di ricerca non riescono a vedere se l’immagine è coerente con il contenuto. Riescono a farlo solo analizzando dei dati interni. Per questo motivo, assicurati che:

  • Il nome del file contenga la parola chiave;
  • di aver inserito dei tag alt coerenti con il contenuto della pagina;
  • il file non sia troppo pesante e che sia facile da caricare.

Basi SEO: le 4 fasi da rispettare

Ora è il momento di entrare nel vivo della guida SEO per principianti.
Di seguito trovi indicato i passaggi da rispettare per essere certi di aver ottimizzato – in maniera adeguata – il proprio sito web.

Trovare le parole chiave

keyword research

Forse l’avrai capito. Le keyword rappresentano le basi della SEO. Senza di esse non è possibile realizzare una strategia davvero vincente.
Comunque non esiste una parola chiave uguale per tutti. Dipende dal tipo di business e dal target di riferimento. Per trovare le parole adatte devi conoscere i tuoi clienti e studiare le loro esigenze e preferenze. Dunque:

  1. analizza il pubblico;
  2. usa tool online per comprendere quali sono le parole più cercate dagli utenti: sistono molti software adatti all’uso come Keyword Magic Tool di Semrush o Google Trends;
  3. realizza una lista di possibili parole chiave cercate dagli utenti;
  4. crea dei contenuti originali e di qualità basandoti sulle parole chiave trovate.

Indicizzare le pagine

Adesso che hai individuato le parole chiave da utilizzare bisogna indicizzare le pagine. In che maniera? Occorre farsi notare dai motori di ricerca. Ovviamente non è una cosa immediata: per indicizzare una pagina possono volerci anche mesi.
Più crei contenuti rispettando le basi SEO e più avrai la possibilità di entrare nell’elenco dei siti affidabili. Non scordare, però, di rendere pubblico il tuo sito. Solo così i motori di ricerca potranno iniziare ad analizzarlo.
Per muoversi nella direzione giusta ricorda di:

  • utilizzare un dominio personalizzato e che contenga il nome del brand;
  • pubblicare le pagine del sito anche se non sono perfette;
  • fare in modo che gli utenti passino del tempo sul sito (magari sponsorizzandolo sui social network).

Ottimizzare sempre

Dopo aver indicizzato le pagine bisogna ottimizzarle. Questo tipo di ottimizzazione si chiama on-page, perché riguarda tutte le attività da compiere all’interno del sito.
Che guida SEO per principianti sarebbe senza consigli preziosi? Sotto ti spieghiamo cosa fare per assicurarsi un buon lavoro.

  • Scrivi dei contenuti sempre nuovi e rilevanti per gli utenti;
  • Inserisci le parole chiave in modo naturale, senza forzature;
  • Non dimenticare di suddividere il testo in paragrafi (H2) e sotto-paragrafi (H3). L’H1 può essere usato solo una volta per il titolo della pagina.
  • Aggiungi sempre dei link che rimandano ad altre pagine del sito.

Tutte queste attività ti aiuteranno ad aumentare il tempo di permanenza medio di un utente sul sito.
È una dei valori che i motori di ricerca reputano importantissimi per l’ottimizzazione di un sito.

Mantenere buona la reputazione

Anche nelle pratiche SEO la reputazione conta. I motori di ricerca vogliono tutelare gli utenti e quindi si assicurano che un sito sia autorevole e non pericoloso. A tal scopo occorre mettere in pratica delle attività di ottimizzazione off-page, ossia fuori la pagina. Ad esempio:

  • aggiungere link che rimandano ad altri siti già giudicati autorevoli dai motori di ricerca;
  • aggiornare i vari social network mantenendo una presenza solida:
  • incentivare gli utenti a lasciare delle recensioni sui motori di ricerca.

Guida SEO Google

google basi seo

Dopo esserci concentrati sulle basi SEO generiche, dobbiamo fare delle precisazioni che riguardano Google. È il motore di ricerca più utilizzato dagli utenti online ed è fondamentale “entrare nelle sue grazie”. Ti anticipiamo che non si conoscono le logiche esatte nascoste dietro al suo algoritmo e che variano periodicamente.
In questo modo, tutti sono costretti a rispettare le regole SEO e garantire una buona esperienza all’utente. Si conoscono, però, le preferenze di Google. Le tre informazioni che il motore di ricerca analizza (sempre) di qualunque sito web sono:

  • l’argomento trattato all’interno della pagina;
  • la pertinenza tra la parola chiave scelta e il contenuto della pagina;
  • il suo grado di affidabilità.

Ci raccomandiamo di fare tesoro di queste informazioni!

Scopri come funziona l’indicizzazione di Google leggendo il nostro articolo!

SEO fai da te: quali sono gli strumenti utili?

Nella nostra guida SEO per principianti abbiamo pensato anche agli strumenti che ti saranno utili per aggiungere il tuo obiettivo.
Non preoccuparti. Molti sono gratuiti e semplici da utilizzare!

Basi SEO con Google Analytics e Google Search Console

Sono due tool fondamentali per comprendere i risultati delle tue attività SEO.
In particolare, con Google Analytics è possibile conoscere il traffico sul tuo sito web e le attività degli utenti. Potrai anche capire anche da dove arrivano i visitatori e quali sono le pagine più visitate. 
Google Search Console, invece, ti permette di analizzare lo stato di salute del sito. È utilissimo soprattutto per supportare chi ha scelto la SEO fai da te! Con questo tool – ad esempio – si possono individuare e risolvere eventuali problemi di indicizzazione.
Come quasi tutti gli strumenti Google, entrambi sono completamente gratuiti.

Ricerca parole chiave per SEO fai da te

Torniamo sulla questione parole chiave.
Come ti abbiamo anticipato, ci sono tantissimi software per capire quali sono i termini più ricercati dagli utenti online. Secondo noi, Google Keyword Planner costituisce una valida soluzione gratuita, con cui capire anche il grado di complessità di una parola. Questo valore serve per indicare quanto è già utilizzata dai tuoi competitor. In una sola tabella, quindi, potrai conoscere l’interesse degli utenti e gli ostacoli per raggiungere la vetta nei risultati di ricerca.

SEO per principianti e l’indicizzazione pagine

Se hai un sito web WordPress sarà molto semplice assicurarti di aver assolto a tutte le basi SEO. Ti basterà scaricare uno dei tanti plug-in disponibili. Uno dei più utilizzati è certamente Yoast SEO, disponibile sia in versione gratuita che a pagamento più completa, ricca di tante funzionalità aggiuntive.
Non solo ti aiuterà a comprendere se hai scritto nel modo migliore possibile, ma anche se la parola chiave è stata utilizzata in maniera adeguata.

Pronto a iniziare la tua SEO fai da te?

Ora non devi far altro che seguire i consigli della guida SEO per principianti!
Questi, però, sono solo alcuni degli aspetti relativi all’ottimizzazione SEO. Ti consigliamo, infatti, di seguire qualche corso specifico o di affidarti a dei professionisti.
Noi di Octotech Solutions siamo pronti ad aiutarti a muovere i primi passi nel mondo SEO. Il nostro team di esperti SEO ascolterà le tue domande e diventerai un vero maestro del settore!

Author

Enrica

Ciao a tutti, sono Enrica (con la enne mi raccomando)! Da quasi 27 anni passo il mio tempo a correggere le persone che sbagliano il mio nome. Con una laurea in comunicazione e marketing ho trasformato le mie passioni in lavoro! Amo scrivere contenuti di ogni genere, l’importante che siano interessanti e utili per i miei lettori. Il mio mantra nella vita è “non annoiarsi mai”. Amo mettermi alla prova ogni giorno con nuove avventure e sfide per arricchirmi professionalmente… e non solo! Nel tempo libero, infatti, mi piace provare nuovi sport e viaggiare verso Paesi poco conosciuti.

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *